RETRIBUZIONE PROFESSIONALE DOCENTI (R.P.D.) – MOTIVI DEL RICORSO QUANTIFICAZIONE DEL COMPENSO ACCESSORIO E DOCUMENTI NECESSARI

L'Avvocato Risponde

Quesito/Consulenza informativa

Gentile avvocato, nella qualità di docente precario della scuola pubblica, ho maturato “supplenze brevi e saltuarie”, avendo firmato reiterati contratti per limitati periodi, in sostituzione del titolare di cattedra.

Intendo domandare, al Giudice del Lavoro, come da lei proposto, l’emissione di una sentenza sul diritto al riconoscimento/liquidazione della Retribuzione Professionale Docenti (R.P.D.), illegittimamente non corrisposta, a mio parere – come si evince dalle buste paga -per i contratti di supplenza breve e saltuaria.

Le chiedo su cosa fonda questo ricorso, a quanto ammonta la somma che potrei recuperare, in caso di vittoria e se detta vertenza sia cumulabile con il parallelo contenzioso “scatti stipendiali”… In ultimo, cosa devo allegare al fine di procedere?

Studio legale Esposito Santonicola

Gentile docente, la richiesta si fonda su quanto ribadito dall’ordinanza della Corte di Cassazione n.20015/2018: l’art.7 del CCNL 153/2001, per il personale del comparto scuola, interpretato alla luce del “principio di non discriminazione” – sancito dalla clausola 4 dell’accordo quadro, allegato alla direttiva 1999/70/CE – attribuisce, al comma 1, la retribuzione professionale docenti (R.P.D.) a tutto il personale docente ed educativo, senza operare differenziazioni fra assunti a tempo indeterminato e determinato e fra le diverse tipologie di supplenze.

L’emolumento in parola, che ha natura fissa e continuativa, corrisponde ad un compenso accessorio di € 164 lordi al mese (per i periodi di supplenza sino al 28 febbraio 2018) e di € 174,50 lordi mensili (per i periodi di supplenza dal 01 marzo 2018).

Partendo da tali importi, domanderemo, nella sede processuale, il pagamento delle differenze retributive, che scaturirebbero dal riconoscimento del diritto a percepire la Retribuzione Professionale Docenti (R.P.D.), per i periodi di supplenza scolastica breve e saltuaria – da indicare dettagliatamente in ricorso – oltre agli interessi legali.

È altresì possibile procedere congiuntamente, rispetto al ricorso “scatti stipendiali”, con riserva di valutare il singolo caso, documenti alla mano. 

Quanto agli allegati necessari, faremo riferimento, essenzialmente, ai contratti brevi/certificati di servizio e ai correlati cedolini stipendiali. Ad ogni modo, è tutto specificato all’interno delle istruzioni operative, si clicchi sotto:

https://scuolalex.it/ricorso-per-il-riconoscimento-della-retribuzione-professionale-docenti-recupero-spettanze-economiche/

Seguono altre info:

https://scuolalex.it/doppio-accoglimento-giudiziario-sulla-retribuzione-professionale-docenti-ai-precari-con-supplenze-brevi-recupero-delle-spettanze-economiche/

Per ulteriori quesiti sul “RICORSO X RICONOSCIMENTO DELLA RETRIBUZIONE PROFESSIONALE DOCENTI-RECUPERO SPETTANZE ECONOMICHE”, s’inoltri unico WhatsApp scritto (no messaggi spezzettati in più momenti, altrimenti il sistema vi colloca in coda), o vocale di 1 minuto, al numero 366 18 28 489 (no telefonate).