TUTELA DEGLI “ASPIRANTI D.S.G.A.” CHE HANNO PARTECIPATO AI QUIZ PRESELETTIVI RIPORTANDO UN PUNTEGGIO PARI AD ALMENO 60 SU 100 ED ESCLUSI DAL PROSIEGUO DEL CONCORSO

L'Avvocato Risponde

CATEGORIA RICORSO  “CONCORSO DSGA 2019- ACCESSO ALLA PROVA SCRITTA PER I SOGLIA 60″.

A TUTELA DEGLI “ASPIRANTI D.S.G.A.” CHE HANNO PARTECIPATO AI QUIZ PRESELETTIVI COMPUTERIZZATI, RIPORTANDO UN PUNTEGGIO PARI AD ALMENO 60 SU 100 E, NONOSTANTE CIÒ, ESCLUSI DAL PROSIEGUO DEL CONCORSO.

Gentile Avvocato,

Sono una laureata magistrale in Giurisprudenza, aspirante D.S.G.A., ed ho recentemente sostenuto i test preselettivi -computer based- nella sede individuata dall’U.S.R. Campania, consistenti nella somministrazione di 100 quesiti, ciascuno dei quali prevedeva una domanda, seguita da quattro risposte,  con una sola opzione esatta.

La citata preselezione doveva essere prevista, in base al Decreto Ministeriale 863/18 art. 3 comma 5 (regolamento concorso D.S.G.A.), “qualora, a livello regionale, il numero dei candidati fosse risultato superiore a quattro volte rispetto al numero dei posti disponibili”. Sul punto, le aggiungo che tantissimi candidati, con mia sorpresa, hanno rinunciato, disertando la prova in Campania.

Ad ogni modo, avendo ottenuto punti 68 su 100, dimostrando, quindi, il possesso di un “bagaglio culturale superiore alla sufficienza”, probabilmente idoneo per affrontare il prosieguo del concorso, risultando, tuttavia, esclusa dalla prova scritta, posso presentare ricorso nella sede amministrativa?

Studio Santonicola and partners.

Gentile dott.ssa. Evidentemente il voto da lei riportato, corrispondente a punti 68 su 100, non le ha consentito di rientrare “nel numero triplo dei candidati rispetto ai posti messi a concorso”, per la sua regione di riferimento (U.S.R. Campania), come previsto dall’art. 12 comma 6 Bando di Concorso D.S.G.A., così da ottenere il superamento della preselezione.

Ebbene, le confermiamo la possibilità del ricorso, innanzi al T.A.R. territorialmente competente.

Nello specifico, domanderemo l’accesso diretto alla prova scritta D.S.G.A., in via cautelare e nel merito.  

In particolare, secondo la nostra impostazione argomentativa, il criterio di valutazione per il superamento dei quiz (quello di “rientrare nel numero dei candidati triplo rispetto ai posti messi a concorso, in ogni regione”) ha ristretto eccessivamente la preselezione, impedendo ai migliori (con voto almeno sufficiente) di procedere con le successive prove scritte.

Ed ancora, lamenteremo l’impossibilità di concorrere, alle stesse condizioni, nelle diverse regioni italiane, ad una procedura di reclutamento nazionale, visto che il superamento della prova preselettiva, per come strutturata, più che dal merito sembra dipendere da “fattori casuali ed aleatori”, legati al numero di posti disponibili nella singola Regione ed al numero di concorrenti, fattori non ponderabili ex ante.

Contesteremo, in definitiva, l’esistenza di “soglie variabili”, condizionate dalla diversa ed effettiva affluenza degli aspiranti nei singoli territori, costituendo, la stessa, un disincentivo allo studio ed alla formazione professionale, in aperta violazione degli artt. 33 e 34 Costituzione.

PER SCARICARE LE ISTRUZIONI OPERATIVE DEL “RICORSO SANTONICOLA CONCORSO DSGA 2019-ACCESSO ALLA PROVA SCRITTA” SI CLICCHI SOTTO:

https://scuolalex.it/ricorso-santonicola-concorso-dsga-2019-accesso-alla-prova-scritta/

PER INFO DI OGNI TIPO, SI INOLTRI WHATSAPP SCRITTO AL NUMERO 3661828489 (NO TELEFONATE). RISPONDERÀ DIRETTAMENTE IL LEGALE, IN MEDIA ENTRO 7 GIORNI  DALL’INVIO DEL QUESITO.