REQUISITI PER L’ACCESSO AL NUOVO SISTEMA DI RECLUTAMENTO-SCUOLA SECONDARIA

L'Avvocato Risponde

INTESA POLITICO-SINDACALE SUL NUOVO “CONCORSO STRAORDINARIO E RISERVATO-SCUOLA SECONDARIA”, APERTO, SULLA BASE DI UN ACCORDO (SEMPRE EMENDABILE), AI SOLI DOCENTI CON TRE ANNI DI SERVIZIO, ESCLUSIVAMENTE STATALI, MATURATI NEGLI ULTIMI OTTO ANNI.

A QUESTO PUNTO, I DOCENTI CON TRE ANNI DI SERVIZIO, SVOLTI, IN TUTTO O IN PARTE, ALLE DIPENDENZE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE PARITARIE, CHE HANNO RIVESTITO LE STESSE MANSIONI DEI COLLEGHI STATALI, SARANNO TAGLIATI FUORI?

AL MOMENTO, COSTORO, NON POTREBBERO PARTECIPARE AL CITATO CONCORSO.  SE TALI ESCLUSIONI SARANNO CONFERMATE, SI PROCEDERA’ CON AZIONE GIUDIZIARIA MIRATA, NELLA COMPETENTE SEDE AMMINISTRATIVA.

ATTIVATO GRUPPO FACEBOOK TEMATICO.

QUESITO.

Gentile Avvocato, sono un docente della scuola secondaria, precario terza fascia G.I., che ha regolarmente e reiteratamente esercitato l’insegnamento, presso le scuole paritarie (per più di tre annualità) equiparate, dal 2000, alle scuole statali.

In data 11.06.2019, presso il M.I.U.R., è stata trovata l’intesa per avviare una procedura “selettiva, ma non troppo”, finalizzata alla stabilizzazione del personale docente precario della scuola secondaria statale, con precedente esperienza di servizio.

Parliamo di un concorso abilitante, da attivare entro il 2019, che sarebbe aperto ai soli candidati con servizio didattico pregresso, almeno triennale, esclusivamente maturato presso le scuole statali e negli ultimi otto anni.

Il predetto servizio dovrebbe essere relativo, per almeno un anno, alla classe di concorso con riferimento alla quale si parteciperebbe alle prove.

Stando così le cose, se gli impegni assunti, in questi termini, dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal M.I.U.R., diventeranno legge, sarà mia intenzione presentare ricorso, per lamentare, nella qualità di docente con esperienza pluriennale, alle dipendenze di scuole paritarie, l’esclusione, ritenuta illegittima, da un sistema di assunzione comunque facilitato. Attendo un suo parere.

Studio Santonicola and partners.

Gentile docente,

Prima di esprimere un parere tecnico-giuridico completo, in merito ai requisiti per l’accesso al nuovo concorso straordinario (Scuola Secondaria), occorrerà attendere l’evoluzione del quadro normativo.

Tuttavia non possiamo negare che, allorché l’impegno di Governo si tramutasse in legge, senza modifica alcuna, presenteremmo idoneo ricorso, nella sede amministrativa, per tutelare, ai fini dell’accesso al nuovo concorso straordinario secondaria, i docenti con servizio didattico reiterato svolto, in tutto o in parte, alle dipendenze delle istituzioni scolastiche paritarie.

Rappresenteremmo al giudicante i possibili profili d’incostituzionalità, per l’esclusione dal concorso di quel personale che svolge, a tutti gli effetti, un servizio pubblico, anche se riferito alle istituzioni scolastiche paritarie.

Come noto, il Sistema Nazionale di Istruzione, ai sensi della Legge n. 62/00, annovera le scuole statali e le scuole paritarie private e degli enti locali.

Per info di ogni tipo, s’inoltri WhatsApp scritto al numero 3661828489 (no telefonate). Risponderà direttamente il legale, con un vocale, in media entro sette giorni dall’invio.

E’ infine possibile iscriversi allo specifico Gruppo Facebook, denominato “paritaria di ruolo ricorso Santonicola”, facendo riferimento al sottostante link:

https://www.facebook.com/groups/448407032620363/