RICORSO “SOSTEGNI BIS” – CONCORSO STRAORDINARIO 2021/22 – PER ASSUNZIONE FUORI PROVINCIA D’INSERIMENTO IN G.P.S.

I Nostri Ricorsi

RICORSO AMMINISTRATIVO “PER SVINCOLARE IL NUOVO RECLUTAMENTO STRAORDINARIO A.S. 2021/2022 – DECRETO SOSTEGNI BIS – DALLA PROVINCIA D’INSERIMENTO IN I FASCIA G.P.S.”

A CHI È RIVOLTO IL RICORSO?

AI DOCENTI (DI OGNI GRADO D’ISTRUZIONE) – ISCRITTI NELLA PRIMA FASCIA DELLE GRADUATORIE PROVINCIALI PER LE SUPPLENZE (PER I POSTI COMUNI O DI SOSTEGNO) – CON TRE ANNI DI SERVIZIO STATALE PER IL POSTO COMUNE, NON NECESSARI PER IL SOSTEGNO – CHE POSSONO PARTECIPARE (ALLA LUCE DEL DECRETO LEGGE 73/2021, SOSTEGNI BIS) AL NUOVO RECLUTAMENTO STRAORDINARIO, A.S. 2021/2022, “DA I FASCIA G.P.S.”.

OBIETTIVO DEL RICORSO:

ASSUNZIONE IN RUOLO “FUORI PROVINCIA” RISPETTO A QUELLA DI ATTUALE INSERIMENTO IN PRIMA FASCIA GPS.

ADESIONI ENTRO IL 15 SETTEMBRE 2021 (TERMINE INVIO DOCUMENTAZIONE).

BREVE PREMESSA

Approvato il Decreto Sostegni Bis (Decreto Legge 73/2021, coordinato con la legge di conversione 23 luglio 2021, n. 106), è stato definitivamente sancito – con riferimento all’anno scolastico 2021/2022 ed “in via straordinaria” l’avvio di una nuova fase di reclutamento sui posti comuni e di sostegno, vacanti e disponibili, che residuano dopo le precedenti immissioni in ruolo.

DESCRIVIAMO, BREVEMENTE, L’ITER DI ASSUNZIONE, PREVISTO DALL’ARTICOLO 59 (CITATO “DECRETO SOSTEGNI BIS”, COME DA ULTIMO MODIFICATO):

  • Il reclutamento è rivolto ai docenti che si sono potuti iscrivere nella prima fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze (per i posti comuni o di sostegno), o negli appositi elenchi aggiuntivi I Fascia P.S.;
  • Per i soli docenti di posto comune, è altresì richiesto che – ai fini della partecipazione al reclutamento de quo – oltre ad essere inseriti in prima fascia GPS, devono aver svolto (su posto comune) entro l’anno scolastico 2020/2021, almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, negli ultimi dieci anni scolastici oltre quello in corso, nelle istituzioni scolastiche statali;
  • Gli interessati (docenti posto comune in prima fascia GPS, con tre anni di servizio statale e docenti posto sostegno in prima fascia GPS, senza necessità dei tre anni di servizio statale) stipuleranno, innanzitutto, un contratto a tempo determinato “esclusivamente nella provincia”, per le classi di concorso o tipo­logie di posto per le quali il docente risulta iscritto nella prima fascia delle graduatorie provinciali o negli elenchi aggiuntivi;
  • Nel corso del contratto a tempo determinato, i candidati svolgeranno il percorso annuale di formazione iniziale e prova (sempre nella provincia con riferimento alla quale risultano iscritti in prima fascia GPS);
  • Terminato il periodo di formazione, gli aspiranti accederanno ad una prova disciplinare, valutata da una commissione esterna all’istituzione scolastica di servizio, superata esclusivamente da quanti raggiungeranno una soglia d’idoneità;
  • In caso di positiva valutazione del percorso annuale di formazione e prova e di giudizio positivo della prova disciplinare, il docente sarà as­sunto a tempo indeterminato e confermato in ruolo, con decorrenza giu­ridica dal 1° settembre 2021, o, se successiva, dalla data di inizio del servizio, nella medesima istituzione scolastica presso cui avrà prestato servizio a tempo determinato;
  • La negativa valutazione del percorso di for­mazione e prova comporterà la possibilità di reiterarlo;
  • Il giudizio negativo, relativo alla prova disciplinare, comporterà la decadenza dalla procedura e l’impossibilità di trasformazione a tempo in­determinato del contratto;
  • Le modalità di attribuzione del contratto a tempo determinato dalle Graduatorie Provinciali per le Sup­plenzemomento dell’avvio del nuovo “reclutamento vincolato alla provincia d’inserimento in G.P.S.”saranno disciplinate con un nuovo Decreto del Ministro dell’Istruzione.

PER QUALE MOTIVO SI PROPONE IL RICORSO AMMINISTRATIVO “AVVERSO IL VINCOLO DI ASSUNZIONE” NELLA PROVINCIA D’INSERIMENTO IN GPS?

PER DOMANDARE, IN VIA GIUDIZIARIA, UNA “RIMODULAZIONE DEL CITATO RECLUTAMENTO STRAORDINARIO”, CHE CONSENTA AGLI ASPIRANTI – IN POSSESSO DEI REQUISITI NECESSARI – DI POTER LIBERAMENTE CONCORRERE PRESSO LA PROVINCIA CHE RITENGONO PIÙ ADATTA ALLE SPECIFICHE ESIGENZE.

RITENUTO FONDAMENTO GIURIDICO:

Si ravvisano profili di incostituzionalità in un reclutamento che – a differenza delle pregresse procedure concorsuali “straordinarie e non” – preclude, al candidato, la libera scelta della provincia presso la quale concorrere, ai fini dell’immissione in ruolo.

La facoltà di individuare – nella ricerca della migliore chance occupazionale – l’area territoriale “più favorevole”, in termini di disponibilità, avrebbe consentito, diversamente, la piena attuazione del “principio meritocratico”, nel modo che segue:

L’interessato/a – conscio della disomogenea distribuzione dei posti sul territorio nazionale, con riferimento agli specifici insegnamenti – avrebbe potuto puntare, laddove svincolato dalla provincia d’inserimento in G.P.S. (un tempo destinata alle sole supplenze), ad un territorio “con maggiori disponibilità in organico” (anche in ragione dei titoli e servizi posseduti).

Alla luce di tanto – e con la doverosa necessità di tenere celate talune strategie processuali – si argomenterà, nel rispetto del principio meritocratico:

A) Sul legittimo affidamento riposto da quanti, in totale buona fede, hanno confidato nella possibilità di partecipare ad un reclutamento “all’interno della provincia che offre maggiori chances occupazionali”;

B) Sul legittimo affidamento a non veder “immessi in ruolo candidati con minor punteggio”, semplicemente avvantaggiati dalla circostanza di trovarsi “destinati ai fini dell’assunzione”, in territori che offrono maggiori possibilità occupazionali;

C) Sulla circostanza per la quale gli interessati – inseriti in prima fascia GPS – se avessero saputo che le graduatorie “nate per le sole supplenze” si fossero tramutate in elenchi “per le nomine in ruolo” avrebbero certamente optato per l’inserimento in quella provincia diversa, idonea ad offrire, ai fini della stipula del contratto a tempo indeterminato, maggiori chances occupazionali.

Coerentemente con tale argomentare, si domanderà – al consesso giudiziario amministrativo – il riconoscimento del diritto d’inserimento in prima fascia GPS di altra provincia (liberamente prescelta dal candidato), “elenco aggiuntivo”, ai soli fini della partecipazione al reclutamento straordinario 2021/22.

I COSTI DEL “RICORSO SOSTEGNI BIS – CONCORSO STRAORDINARIO 2021/22 – PER ASSUNZIONE FUORI PROVINCIA D’INSERIMENTO IN GPS”.

AMMONTANO AD EURO 200,00 (duecento) ed inglobano sia il giudizio di primo grado sia l’eventuale appello, laddove necessario, in Consiglio di Stato.

DI SEGUITO GLI ALLEGATI FUNZIONALI AL RICORSO:

1) Procura alle liti, debitamente compilata in ogni parte, datata e firmata;

2) Modulo autorizzazione al trattamento dati, privacy;

3) Autocertificazione in merito alla condizione soggettiva del ricorrente;

4) Copia della domanda/diffida per la partecipazione al concorso “fuori provincia” rispetto a quella di inserimento in GPS, appositamente predisposta, da inoltrare (a mezzo P.E.C. o raccomandata con ricevuta di ritorno) alla sede del Ministero dell’Istruzione. Si prega di custodire copia della missiva d’invio e della ricevuta di ritorno o attestazione di consegna PEC. N.B. Le ricevute di ritorno (o di avvenuta consegna) della diffida potranno essere inviate, ai legali, anche in un secondo momento, con email, all’indirizzo segreteriasantonicola@scuolalex.com, Oggetto: Nome, Cognome, Diffida concorso “fuori provincia” (contenente il documento in allegato pdf);

5) Copia del documento di identità e del codice fiscale;

6) Copia Bonifico di euro 200,00 alle coordinate sotto indicate.

ESTREMI PER IL PAGAMENTO:

INTESTAZIONE: AVV. CIRO SANTONICOLA

IBAN: IT10V0306940213100000002662

IMPORTO: EURO 200,00.

CAUSALE: RICORSO CONCORSO FUORI PROVINCIA GPS, NOME, COGNOME, C.F.

N.B. La suindicata produzione dovrà essere prima allegata, in formato PDF, all’indirizzo e-mail segreteriasantonicola@scuolalex.com, oggetto: “RICORSO CONCORSO FUORI PROVINCIA GPS , nome e cognome del ricorrente, successivamente spedita, in un plico sigillato, con raccomandata postale 1 (con ricevuta di ritorno) al seguente indirizzo: Avvocati Santonicola Esposito, Via Amato 7 – 80053 – Castellammare di Stabia (NA). 

Sulla parte esterna del plico sarà utile scrivere “RICORSO CONCORSO FUORI PROVINCIA GPS”.

Nella causale del bonifico indicare, possibilmente, il nome del ricorrente (non di persona delegata per il pagamento).

N.B. L’ADESIONE AL RICORSO NON COMPORTA L’OBBLIGO DI ISCRIZIONE A NESSUNA ASSOCIAZIONE/SINDACATO.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ, IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO, QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE, VIA E-MAIL E IN PLICO CARTACEO, O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA, RISERVANDOSI L’ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI.

OGNI ALTRO DETTAGLIO, IN MERITO ALLE STRATEGIE SOTTESE ALL’INIZIATIVA LEGALE, SARÀ RESO NOTO, DAGLI AVVOCATI, A MEZZO E-MAIL.

Queste istruzioni operative ed i moduli da utilizzare sono riportati nel file allegato.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è download-150x150.jpg