RICORSO ITP II FASCIA – DIPLOMA CONSEGUITO ENTRO L’A.S. 1997/98 – INNOVATIVA STRATEGIA INNANZI AL GIUDICE DEL LAVORO

Ricorsi archiviati

OBIETTIVO: INSERIMENTO NELLA SECONDA FASCIA DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO

ADESIONI NON ATTIVE

A CHI È RIVOLTO?

AI DOCENTI TITOLARI DEL DIPLOMA TECNICO PRATICO “DI VECCHIO REGIME”, CONSEGUITO ENTRO L’A.S. 1997/98.

PREMESSA

Spett.li Docenti ITP

Gli avvocati Aldo Esposito e Ciro Santonicola, alla luce dello stato attuale del contenzioso “ITP- II fascia”, dinanzi alla magistratura amministrativa ed ordinaria, hanno individuato nuovi motivi di diritto a sostegno delle ragioni degli aspiranti alla II Fascia Graduatorie d’istituto.

Tutto nasce da un’analisi ad hoc sul diploma tecnico pratico “di antico regime”, unita alle argomentazioni sulla ritenuta illogicità che connota il sistema, laddove ritenga il predetto titolo di studio sufficiente per la partecipazione ai concorsi ed ai percorsi di specializzazione (per i quali è ordinariamente prevista l’abilitazione), ma non idoneo per l’iscrizione nella seconda fascia delle citate graduatorie.

Difatti, approfondite le pronunce giudiziarie negative, emerge come le stesse si concentrino, essenzialmente, sulla circostanza per la quale la mancata attivazione di percorsi abilitanti ordinari non possa comportare, quale conseguenza, l’automatico riconoscimento della natura abilitante del titolo dedotto.

PER QUALI RAGIONI SI PRESENTA IL NUOVO RICORSO?

Nessun consolidato orientamento si è soffermato sulle specificità del Diploma I.T.P. conseguito entro il 1997/98; nemmeno è stato compiutamente analizzato il sillogismo giudiziario nei seguenti termini:

Doppia Premessa

  • Requisito di partenza per accedere al Concorso ed al T.F.A. sostegno era l’abilitazione;
  • Oggi, il Diploma Tecnico Pratico si affianca all’abilitazione (identificandosi con essa), ai fini della partecipazione al Concorso e al T.F.A. Sostegno.

Conclusione

Ergo, si ritiene che il possesso del Diploma I.T.P. equivalga all’abilitazione.

In tale ottica, sono state plasmate le nuove argomentazioni di diritto, volendosi dimostrate la valenza abilitante dei Diplomi tecnico pratici entro l’A.S. 97/98 e il conseguente diritto all’inserimento nella seconda fascia delle graduatorie di istituto.

Come noto, i Diplomi di carattere tecnico pratico non rappresentano una categoria omogenea, ma si differenziano anche in ragione del momento di conseguimento del titolo.

A questo punto, lo Studio Legale Esposito&Santonicola propone ricorso, al competente Giudice del Lavoro, per tutti i titolari di diploma tecnico pratico, conseguito entro l’A.S. 1997/1998, che aspirino all’inserimento nella seconda fascia G.I.

PERCHÉ SI PROCEDE INNANZI ALLA MAGISTRATURA DEL LAVORO?

  1. In primo luogo, come osservato dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione, se la domanda giudiziaria è specificamente volta all’accertamento del diritto soggettivo all’inserimento nella graduatoria, la giurisdizione va attribuita al giudice civile (del lavoro);
  2. In secondo luogo, il Magistrato del Lavoro non è vincolato dagli orientamenti negativi della sede amministrativa.

COSTI DELL’AZIONE:

Il costo per l’adesione al ricorso ammonta ad euro 300,00, per coloro che risulteranno esenti dal pagamento del contributo unificato, rientrando nella fascia di reddito complessiva familiare, per l’anno 2019, inferiore ad euro 34.481,46. Per coloro il cui reddito complessivo familiare lordo risulterà pari o superiore alla soglia di euro 34.481,46, al costo del ricorso, pari ad euro 300,00, andrà aggiunto il valore del contributo unificato, pari ad euro 259,00, per un importo di euro 559,00.

L’eventuale appello, solo se necessario, determinerebbe un ulteriore pagamento (non obbligatorio, in quanto riferito soltanto a coloro che intendessero appellare) contenuto nei limiti dell’onorario di primo grado.

Di seguito gli allegati funzionali al ricorso​:

  1. La scheda ricorrente;
  2. Procura alle liti, debitamente compilata in ogni sua parte, datata e firmata;
  3. Eventuale dichiarazione di esenzione dal versamento del contributo unificato;
  4. Modulo autocertificazione (per illustrare la condizione soggettiva del ricorrente);
  5. Modulo autorizzativo al trattamento dati professionali;
  6. Copia del Diploma tecnico pratico conseguito entro l’A.S. 1997/1998;
  7. Copia ultimo contratto di docenza a tempo determinato (esclusivamente alle dipendenze dell’istituzione scolastica statale; in assenza di servizio statale, sarà sufficiente allegare la copia della graduatoria d’istituto nella quale il docente sia inserito, riferita alla scuola capofila e scaricabile su istanze on line; se il ricorrente non risulti inserito in nessuna graduatoria, non si prenda in considerazione il punto 7);
  8. Schermata di istanze on line, allorché l’istante risulti inserito in terza fascia, per le rispettive classi di concorso, con riferimento alla scuola polo;
  9. Copia Documento d’identità e codice fiscale;
  10. Copia Bonifico alle coordinate sotto indicate.

ESTREMI PER IL PAGAMENTO:

INTESTAZIONE: AVV. CIRO SANTONICOLA

IBAN: IT10V0306940213100000002662

IMPORTO: EURO 300,00 (ovvero euro 559,00 per coloro che saranno tenuti al versamento del contributo unificato)

CAUSALE: RICORSO ITP II FASCIA – DIPLOMA ENTRO A.S. 1997/1998, nome e cognome del ricorrente.

Nella causale del bonifico indicare, possibilmente, il nominativo del ricorrente (non di persona delegata per il pagamento).

Il tutto, debitamente compilato, andrà esclusivamente inoltrato, in formato pdf, al seguente indirizzo e-mail: segreteriasantonicola@scuolalex.com, OGGETTO: RICORSO ITP II FASCIA DIPLOMA “VECCHIO REGIME”.
N.B.
Non risulta necessario l’invio del plico cartaceo.

È anche possibile inoltrare un messaggio Whatsapp scritto al 3661828489 (no telefonate) per richiedere informazioni, ricevendo riscontro diretto dal legale entro 7 giorni dall’invio del quesito.

È altresì possibile contattare il numero fisso dello studio legale Esposito/Santonicola, 08119189944, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 09,45 alle ore 12,30 e dalle ore 16,30 alle ore 19,30.

N.B. ulteriori istruzioni/strategie processuali saranno inoltrate dal legale a mezzo e-mail.

L’adesione al ricorso non comporta alcuna iscrizione ad associazioni/sindacati.

Avv. Ciro Santonicola – Avv. Aldo Esposito

Le istruzioni operative ed i moduli da utilizzare sono riportati nel file allegato.