RICORSO 180 PER 3 SECONDARIA PER UN’ABILITAZIONE STRAORDINARIA “NON SELETTIVA”

I Nostri Ricorsi

ISTRUZIONI OPERATIVE: RICORSO 180 PER 3 PER UN’ABILITAZIONE RISERVATA NON SELETTIVA-SCUOLA SECONDARIA

AZIONE GIUDIZIARIA, IN SEDE AMMINISTRATIVA, AVVERSO “I CRITERI DI SELEZIONE” IMPOSTI DAL NUOVO CONCORSO STRAORDINARIO 2020-SCUOLA SECONDARIA-PER LA SOLA ABILITAZIONE ALL’INSEGNAMENTO (POSTO COMUNE).

PRIMO OBIETTIVO: FAR DICHIARARE -DALLA CORTE COSTITUZIONALE ITALIANA – L’INCOSTITUZIONALITA’ DEL DECRETO LEGGE 29 OTTOBRE 2019 N. 126, ARTICOLO 1 COMMA 10 (CONVERTITO, CON MODIFICAZIONI, DALLA LEGGE 20 DICEMBRE 2019, N. 159)NELLA PARTE IN CUI HAIMPOSTO, ANCHE PER LA NUOVA PROCEDURA STRAORDINARIA ABILITANTE (SCUOLA SECONDARIA, POSTO COMUNE), CRITERI SELETTIVI (PROVA SCRITTA COMPUTER BASED, 60 QUESITI IN 60 MINUTI CON QUATTRO OPZIONI DI RISPOSTA, VOTO 42/60) CHE, A DIFFERENZA DI QUANTO AVVENUTO CON IL PERCORSO ABILITANTE SPECIALE (P.A.S.), RENDERANNO L’ABILITAZIONE “RISERVATA” RIGOROSA E NON SEMPLIFICATA.

OBIETTIVO FINALE:

  • OTTENERE, PER GLI ASPIRANTI CON ALMENO 3 ANNI DI SERVIZIO, TRA IL 2008/09 ED IL 2019/20 ED UN ANNO DI SERVIZIO SPECIFICO, L’ACCESSO AGLI “ELENCHI REGIONALI ABILITANTI”, SENZA SOSTENERE LA PROVA SCRITTA COMPUTER BASED.
  • FAR DICHIARARE CHE NON ESISTE UN’ABILITAZIONE RISERVATA “DI SERIE A” (ULTIMO P.A.S., ISTITUITO CON D.M. 23 MARZO 2013 E DISCIPLINATO DAL REGOLAMENTO DEL 25 MARZO 2013, PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE SERIE GENERALE N.155 DEL 04-07-2013) ED UN’ABILITAZIONE RISERVATA “DI SERIE B” (NUOVA PROCEDURA ABILITANTE SECONDARIA 2020).

A CHI È RIVOLTO IL RICORSO?

AI DOCENTI CHE, CONGIUNTAMENTE, PRESENTINO I SEGUENTI REQUISITI ENTRO IL 03 LUGLIO 2020 (DATA NON CASUALE, PERCHE’ CORRISPONDENTE AL TERMINE ULTIMO DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA):

  • TRA L’ANNO SCOLASTICO 2008/09 E L’ANNO SCOLASTICO 2019/20 HANNO SVOLTO, SU POSTO COMUNE O DI SOSTEGNO, IN QUALUNQUE GRADO DI ISTRUZIONE, ALMENO 3 ANNUALITÀ DI SERVIZIO, ANCHE NON CONSECUTIVE (VALUTABILI, COME TALI, AI SENSI DELL’ARTICOLO 11, COMMA 14, DELLA LEGGE 3 MAGGIO 1999 N. 124);
  • IL SERVIZIO SVOLTO SU POSTO DI SOSTEGNO, ANCHE IN ASSENZA DI SPECIALIZZAZIONE, E’ CONSIDERATO VALIDO, AI FINI DELLA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA STRAORDINARIA PER LA CLASSE DI CONCORSO, FERMO RESTANDO IL REQUISITO DEL SERVIZIO SPECIFICO (OCCORRE AVER SVOLTO ALMENO UN’ANNUALITÀ DI SERVIZIO, NELLA SPECIFICA CLASSE DI CONCORSO PER LA QUALE SI INTENDE PARTECIPARE);
  • POSSEGGONO IL TITOLO DI STUDIO COERENTE CON LA CLASSE DI CONCORSO RICHIESTA. N.B. CON RIFERIMENTO ALLE CLASSI DI CONCORSO D’INSEGNANTE TECNICO PRATICO, È SUFFICIENTE IL POSSESSO DEL SEMPLICE DIPLOMA, RIENTRANTE NELLA “TABELLA B”;
  • IL SERVIZIO È RITENUTO VALIDO, QUALE REQUISITO D’ACCESSO, SE PRESTATO, ANCHE CUMULATIVAMENTE, PRESSO LE ISTITUZIONI STATALI E PARITARIE E NELL’AMBITO DEI PERCORSI RELATIVI AL SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (PURCHÉ IL RELATIVO SERVIZIO SIA STATO SVOLTO PER LA TIPOLOGIA DI POSTO O PER GLI INSEGNAMENTI RICONDUCIBILI ALLE CLASSI DI CONCORSO).

PREMESSA

Gentili docenti

Il rinnovato Ministero dell’Istruzione, con Decreto Direttoriale 497 del 21 aprile 2020 (in G.U. N. 34 del 28.04.2020), ha reso nota la nuova procedura straordinaria per esami, finalizzata all’accesso all’abilitazione all’insegnamento sulle classi di concorso della scuola secondaria di primo e secondo grado.

È possibile partecipare, in unica regione e per una sola classe di concorso, per la quale i candidati possiedono i requisiti d’accesso.

La procedura straordinaria è indetta a livello nazionale e organizzata su base regionale (essendo il singolo USR responsabile della procedura).

RIFERIMENTI NORMATIVI

Il Decreto Legge 29 ottobre 2019 n. 126, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159, ha autorizzato il Ministero dell’Istruzione a bandire la procedura straordinaria per esami, per la sola abilitazione, rivolta alla scuola secondaria (di primo e secondo grado).

Il Decreto Direttoriale 497 del 21 aprile 2020 (in G.U. N. 34 del 28.04.2020) ha materialmente disciplinato la procedura straordinaria, per esami, finalizzata all’accesso ai percorsi di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado su posto comune.

CARATTERISTICHE DELLA NUOVA ABILITAZIONE RISERVATA

La procedura straordinaria, a differenza dell’abilitazione riservata P.A.S. (istituita con D.M. 23 marzo 2013 e disciplinata dal Regolamento del 25 marzo 2013, pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.155 del 4-7-2013), prevede:

  • prova scritta selettiva computer based (60 quesiti a risposta chiusa con 4 opzioni di risposta, di cui una sola corretta), superabile, a pena di esclusione, con un punteggio minimo pari a 42/60;
  • la risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data o errata vale 0 punti;
  • elenchi regionali, non graduati, compilati dalla commissione, distinti per classe di concorso (e approvati, per ogni regione, con decreto del dirigente preposto all’USR) –in cui sono inclusi i docenti che hanno conseguito, alla prova, il punteggio minimo di 42 punti su 60 -finalizzati all’acquisizione dell’abilitazione, su tutto il territorio nazionale, a decorrere dall’anno scolastico 2020/21.

PARLIAMO DI UN’ABILITAZIONE RISERVATA, CHE CONTIENE BEN POCHI ELEMENTI DI SEMPLIFICAZIONE, SE PARAGONATA ALL’ULTIMO PERCORSO ABILITANTE SPECIALE (P.A.S.); QUEST’ULTIMO CONSISTEVA IN UN’ABILITAZIONE, PARIMENTI RISERVATA, SENZA SELEZIONE ALL’INGRESSO.

I LEGALI ILLUSTRANO LE RAGIONI DEL RICORSO, ATTRAVERSO IL CONFRONTO TRA LA NUOVA “SESSIONE ABILITANTE RISERVATA” E L’ULTIMO P.A.S.

Sarà impugnato il regolamento e bando del percorso straordinario abilitante 2020, laddove prevede lo svolgimento di una prova selettiva scritta (60 quesiti in 60 minuti), domandandosi, a beneficio degli assistiti, l’accesso diretto agli elenchi regionali non graduati, finalizzati all’acquisizione dell’abilitazione.

SARÀ OGGETTO DELLA DISCUSSIONE LA PROBLEMATICA, RITENUTA COSTITUZIONALMENTE RILEVANTE, RELATIVA ALLA PREVISIONE DI UNA “SESSIONE RISERVATA PER L’ABILITAZIONE” (C.D. “CONCORSO ABILITANTE 180 PER 3 SECONDARIA 2020”) E ALLE DIFFERENTI MODALITÀ DI ACCESSO RISPETTO ALLA “SESSIONE RISERVATA PER L’ABILITAZIONE”, PREVISTA DAL D.M. 23 MARZO 2013, SEMPRE RIFERITA AI DOCENTI “180 PER 3” (ULTIMO P.A.S.).

Lo studio legale ritiene, infatti, illegittime e potenzialmente incostituzionali quelle previsioni che, nell’ambito di un’abilitazione riservata e semplificata, rivolta ai docenti con tre anni di servizio, impongano criteri selettivi, considerati eccessivamente rigorosi ai fini della sanatoria in atto.

In definitiva:

  • se la sessione riservata per eccellenza che, negli ultimi anni, ha assicurato il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento, per la categoria “180 per 3”, è stata il Percorso Abilitante Speciale,
  • nello specifico, se il Decreto Ministeriale n. 58 del 2013, all’art. 1, comma 1 (e Decreto Ministeriale n. 249 del 10 settembre 2010, articolo 15 comma 1 ter), ha disposto l’ammissione ai PAS dei docenti che, per il periodo temporale di riferimento, avessero svolto almeno tre anni di servizio prestati nelle scuole statali, paritarie e nei centri di formazione professionale,
  • se il citato Percorso Abilitante Speciale, riservato ai docenti 180 per 3, non ha previsto una selezione in ingresso, a differenza del Tirocinio Formativo Attivo (T.F.A., non specificamente rivolto agli insegnanti con tre annualità),

Si ritiene doveroso rivendicare, in giudizio, lo stesso trattamento (accesso al percorso abilitante senza selezione in ingresso) anche per i colleghi “180 per 3”, aspiranti all’abilitazione, nel grado d’istruzione secondaria, attraverso la nuova sessione straordinaria 2020, lamentandosi, tra l’altro, la violazione del principio comunitario dell’affidamento, avendo confidato, l’interessato, di poter valorizzare, il pregresso e reiterato insegnamento, ai fini della partecipazione a un’abilitazione semplificata.

Sul punto, si ricorda, in ultimo, l’impegno assunto dallo stesso Governo, con le parti sociali (il 01 ottobre 2019) nel presentare e sostenere in Parlamento, a beneficio dei precari della scuola secondaria con tre anni di servizio, nuovi Percorsi Abilitanti Speciali, senza selezione in entrata.

COSTI DELL’AZIONE:

L’importo, per il primo grado di giudizio, ammonta a euro 100,00.

L’eventuale appello, solo se necessario, determinerebbe un nuovo pagamento (non obbligatorio, poiché riferito soltanto a quanti intendessero appellare), contenuto nei limiti dell’onorario di primo grado.

ADESIONI ENTRO IL 15/06/2020.

Di seguito gli allegati funzionali al ricorso:

  1. Procura alle liti in duplice copia, debitamente compilata in ogni sua parte, datata e firmata;
  2. La scheda ricorrente in autocertificazione (per riepilogare la condizione soggettiva del docente);
  3. Copia informativa e autorizzazione al trattamento dati sensibili (privacy);
  4. Copia del documento di riconoscimento;
  5. Copia del bonifico di euro 100,00 alle coordinate sotto indicate.

Il tutto, debitamente compilato, andrà esclusivamente inoltrato, in formato pdf, al seguente indirizzo e-mail: segreteriasantonicola@scuolalex.com, OGGETTO: RICORSO ABILITAZIONE NON SELETTIVA, NOME COGNOME DEL RICORRENTE.

NB:

Non è necessario l’invio del plico cartaceo.

ESTREMI PER IL PAGAMENTO:

INTESTAZIONE: AVV. ALDO ESPOSITO

IBAN: IT90D0200822102000401344727

IMPORTO: EURO 100,00

CAUSALE: “RICORSO ABILITAZIONE NON SELETTIVA, COGNOME NOME C.F.”.

Precisazione: nella causale del bonifico indicare il nome del ricorrente (non di persona delegata per il pagamento).

Si rappresenta, infine, come l’adesione al “RICORSO 180 PER 3 PER UN’ABILITAZIONE RISERVATA NON SELETTIVA-SCUOLA SECONDARIA” non comporta l’obbligo d’iscrizione a nessun’associazione/sindacato e non è incompatibile con l’adesione all’ulteriore “RICORSO 180 PER 3 SECONDARIA PER UN CONCORSO STRAORDINARIO NON SELETTIVO”.

È possibile inoltrare, per ogni chiarimento, un messaggio Whatsapp scritto al 3661828489, ricevendo risposta vocale diretta dai legali, in media entro 7 giorni dall’invio del quesito.

N.B. ulteriori istruzioni/strategie processuali saranno rese note, dagli avvocati, a mezzo e-mail.

Avv. Aldo Esposito

Avv. Ciro Santonicola

Le istruzioni operative ed i moduli da utilizzare sono riportati nel file allegato.