RECLUTAMENTO STRAORDINARIO DOCENTI 180X3 PRIMA FASCIA G.P.S. – POSSIBILE TUTELA LEGALE DOCENTI SPECIALIZZATI SUL SOSTEGNO – PRIVI DEL REQUISITO DELLE TRE ANNUALITA’

L'Avvocato Risponde

DECRETO SOSTEGNI BIS. NUOVO “RECLUTAMENTO STRAORDINARIO”, ESCLUSIVAMENTE RIVOLTO AI DOCENTI 180X3 IN PRIMA FASCIA G.P.S.  

POSSIBILE TUTELA LEGALE PER I “DOCENTI SPECIALIZZATI SUL SOSTEGNO” – PRIVI DEL REQUISITO DELLE TRE ANNUALITA’ DI SERVIZIO STATALE – FUNZIONALE ALLA PARTECIPAZIONE AL NUOVO RECLUTAMENTO STRAORDINARIO, PREVISTO PER IL SOLO A.S. 2021/22. 

STUDIO LEGALE ESPOSITO SANTONICOLA.

Quesito/Consulenza informativa.

Gentili Avvocati, 

Sono un docente precario, con un solo anno di servizio statale alle spalle, “specializzato” sul sostegno, avendo superato il corso/concorso TFA sostegno V Ciclo. 

Apprendo dal web che taluni esponenti di forze politiche avrebbero proposto un emendamento all’art. 59 del “Decreto Sostegni bis”, per consentire l’ammissione, al reclutamento straordinario, dei docenti specializzati, privi delle tre annualità di servizio statale

Nell’ipotesi in cui l’emendamento non fosse approvato, ritenete possibile azionare una tutela legale ad hoc, finalizzata alla partecipazione, al reclutamento straordinario, per quanti, possessori di un titolo specializzante, risulterebbero esclusi da un’opportunità reclutativa irripetibile, in ragione della mancanza del servizio triennale? 

Sarebbe possibile, a tal fine, sostenere il “valore concorsuale” delle prove d’accesso al T.F.A. (preselettiva, scritta e orale) e dell’esame di fine corso, intese quali procedure di per sé idonee a legittimare la stabilizzazione lavorativa?

Studio Legale Esposito Santonicola

Gentile docente,

Tra le proposte emendative al D.L n. 73/2021 (c.d. “Sostegni bis”), è emersa la volontà di estendere, a tutti i docenti “specializzati”, la partecipazione alla procedura di reclutamento straordinaria prevista – eccezionalmente per il solo A.S. 2021/22 – dall’art. 59 del cit. decreto; quest’ultima è finalizzata, al momento, alla stabilizzazione della “limitata quota” dei docenti precari, in possesso di due specifici requisiti: 

1) essere inseriti nella I fascia G.P.S., entro e non oltre il 31 luglio 2021; 

2) essere in possesso di almeno tre annualità di servizio statale, entro l’a.s. 2020/21.  

Orbene, l’emendamento richiamato mira a consentire, come lei afferma, la partecipazione al reclutamento straordinario anche per i docenti inseriti in I fascia – specializzati sul sostegno – privi del servizio statale, quantomeno triennale. 

L’iniziativa parlamentare coinvolgerebbe numerosi docenti, già formati attraverso un percorso di specializzazione, denotato dal superamento di un iter selettivo, costituito dalla prova preselettiva, esame scritto, orale e prova finale.

Al fine di valorizzare la professionalità acquisita, si potrà invocare, secondo un’interpretazione costituzionalmente orientata ed in attuazione del principio meritocratico, un vero e proprio “diritto alla stabilizzazione”.  

Venendo al cuore del suo quesito, laddove l’emendamento non dovesse superare il vaglio parlamentare, riteniamo, dunque, plausibile azionare una tutela legale a favore della sua posizione, proprio alla luce dei ragionamenti ermeneutici su esposti. 

Nello specifico, sarà possibile impugnare la regolamentazione attuativa del Decreto “Sostegni bis” – con richiesta di trasmissione degli atti in Corte Costituzionale – nella parte in cui dovesse bandire una procedura di reclutamento straordinaria che escluda i docenti specializzati sul sostegno, privi delle tre annualità di servizio. 

Tali insegnanti, selezionati e formati al complesso ruolo di educatori degli alunni con disabilità – in quanto vincitori di una precedente selezione – aspirano all’immissione in ruolo, anche in ragione del quanto mai elevato fabbisogno dei docenti di sostegno. 

Per confrontarsi sul tema “DOCENTI SPECIALIZZATI SUL SOSTEGNO – PRIVI DEL REQUISITO DELLE TRE ANNUALITA’ DI SERVIZIO STATALE – E PARTECIPAZIONE AL NUOVO RECLUTAMENTO STRAORDINARIO (DECRETO SOSTEGNI BIS)”, con gli avvocati ESPOSITO/SANTONICOLA, s’inoltri unico WhatsApp scritto (no messaggi spezzettati in più momenti, altrimenti il sistema vi colloca in coda), o vocale di 1 minuto, al numero 366 18 28 489 (no telefonate).

È altresì attivo il numero fisso dello studio legale Esposito Santonicola 081 19 18 99 44, nelle seguenti fasce orarie:

  • Dalle 10,00 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 19,30, ogni lunedì, mercoledì e venerdì;
  • Dalle 10,00 alle 12,30, ogni martedì e giovedì.