Le falle del nuovo reclutamento scuola secondaria: il caso dei docenti esclusi

Dicono di Noi News

Articolo di Carlo Maria Giordana del 3 Novembre 2019 Scuolainforma

Quest’oggi ci occupiamo del Concorso straordinario bis. In particolare, parliamo del caso dei docenti con servizio triennale statale (180 per 3), probabilmente esclusi, in quanto l’ultima annualità lavorativa è ancora in fase di svolgimento.
Il nuovo sistema di reclutamento nella scuola secondaria fa acqua da tutte le parti: molti docenti saranno esclusi
A seguito della pubblicazione in gazzetta ufficiale n. 255 del 30 ottobre 2019, il presidente della repubblica, considerata la straordinaria necessita’ ed urgenza di introdurre misure per stabilizzare i nuovi docenti, ha emanato il decreto scuola (d.l. 126 del 29 ottobre 2019), che autorizza il m.i.u.r. a bandire una procedura straordinaria, per titoli ed esami, rivolta agli insegnanti della scuola secondaria (primo e secondo grado), finalizzata all’immissione in ruolo.
La “sessione concorsuale riservata”, regolata a livello nazionale, sarà organizzata su base regionale e finalizzata alla definizione, per la scuola secondaria, di una graduatoria dei vincitori, distinta per classi di concorso e tipologia d’insegnamento.
Potranno partecipare alla procedura esclusivamente i docenti che, tra l’anno scolastico 2011/2012 e l’anno scolastico 2018/2019, hanno svolto, su posto comune o di sostegno, almeno tre annualita’ di servizio statale, anche non consecutive; un anno di insegnamento dovrà riguardare la specifica classe di concorso o tipologia di posto per la quale si compete (scuola secondaria).
Per la partecipazione ai posti di sostegno sarà richiesto il possesso della relativa specializzazione.
Alla luce del delineato quadro normativo, i docenti precari, con il terzo anno di supplenza statale, sulla materia o sostegno (scuola secondaria) ancora in corso (a.s. 2019/20), sarebbero estromessi dal reclutamento semplificato, essendo ritenuto valido il solo servizio espletato tra l’a.s. 2011/2012 e l’a.s. 2018/2019.
L’opinione dello Studio Legale Esposito/Santonicola: “L’ennesimo inevitabile danno da perdita di chance occupazionale”
Secondo l’impostazione dello Studio Legale Esposito/Santonicola, escludere l’annualità 2019/20 equivale a cagionare un inevitabile danno da perdita di chance occupazionale, che assumerà contorni ancora più disdicevoli allorché:

  • nei termini di presentazione della domanda d’iscrizione, i 180 giorni di servizio (a.s. 2019/20), in scuola statale, risulteranno pienamente svolti;
  • ai “maturandi servizio nel 2019/20” non sarà riservato lo stesso doveroso trattamento, eventualmente previsto per i docenti “specializzandi t.f.a. sostegno iv ciclo”, probabilmente ammessi, quanto meno con riserva, alla prova concorsuale.

Per accedere alle info ed istruzioni operative sul “ricorso nuovo concorso straordinario scuola secondaria” – azione giudiziaria mirata per gli insegnanti con la terza annualità di supplenza statale (a.s.2019/20), s’inoltri e-mail all’indirizzo segreteriasantonicola@scuolalex.com, oggetto: nome, cognome, inserendo, quale testo, “richiesta documentazione ricorso concorso straordinario, docente con annualità in fase di svolgimento”.

Articolo originale su https://www.scuolainforma.it/2019/11/03/le-falle-del-nuovo-reclutamento-scuola-secondaria-il-caso-dei-docenti-esclusi.html