LA TUTELA GIUDIZIARIA DEI DOCENTI PRECARI “180×3 SECONDARIA”, PER DOMANDARE UN’ABILITAZIONE STRAORDINARIA NON SELETTIVA

News

Il Decreto Direttoriale 497 del 21 aprile 2020 (in G.U. N. 34 del 28.04.2020), ha reso nota la nuova procedura straordinaria per esami, finalizzata all’accesso all’abilitazione all’insegnamento, sulle classi di concorso della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Parliamo di un’abilitazione riservata, indetta a livello nazionale e organizzata su base regionale.

LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA È RIVOLTA AI DOCENTI CHE, CONGIUNTAMENTE, PRESENTINO I SEGUENTI REQUISITI, ENTRO IL 03 LUGLIO 2020 (DATA NON CASUALE, PERCHE’ CORRISPONDENTE AL TERMINE ULTIMO DI INOLTRO DELLA DOMANDA):

-TRA L’ANNO SCOLASTICO 2008/09 E L’ANNO SCOLASTICO 2019/20 HANNO SVOLTO, SU POSTO COMUNE O DI SOSTEGNO, IN QUALUNQUE GRADO DI ISTRUZIONE, ALMENO 3 ANNUALITÀ DI SERVIZIO, ANCHE NON CONSECUTIVE (VALUTABILI, COME TALI, AI SENSI DELL’ARTICOLO 11, COMMA 14, DELLA LEGGE 3 MAGGIO 1999 N. 124);

-IL SERVIZIO SVOLTO SU POSTO DI SOSTEGNO, ANCHE IN ASSENZA DI SPECIALIZZAZIONE, È CONSIDERATO VALIDO, AI FINI DELLA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA STRAORDINARIA PER LA CLASSE DI CONCORSO, FERMO RESTANDO IL REQUISITO DEL SERVIZIO SPECIFICO (OCCORRE AVER SVOLTO ALMENO UN’ANNUALITÀ DI SERVIZIO, NELLA SPECIFICA CLASSE DI CONCORSO PER LA QUALE S’INTENDE PARTECIPARE);

-POSSEGGONO IL TITOLO DI STUDIO COERENTE CON LA CLASSE DI CONCORSO RICHIESTA. N.B. CON RIFERIMENTO ALLE CLASSI DI CONCORSO D’INSEGNANTE TECNICO PRATICO, È SUFFICIENTE IL POSSESSO DEL SEMPLICE DIPLOMA, RIENTRANTE NELLA “TABELLA B”;

-IL SERVIZIO È RITENUTO VALIDO, QUALE REQUISITO D’ACCESSO, SE PRESTATO, ANCHE CUMULATIVAMENTE, PRESSO LE ISTITUZIONI STATALI E PARITARIE E NELL’AMBITO DEI PERCORSI RELATIVI AL SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (PURCHÉ, IL RELATIVO SERVIZIO, SIA STATO SVOLTO PER LA TIPOLOGIA DI POSTO O PER GLI INSEGNAMENTI RICONDUCIBILI ALLE CLASSI DI CONCORSO).

Gli aspiranti potranno partecipare in un’unica regione, per una sola classe di concorso per la quale possiedono i requisiti d’accesso.

La procedura straordinaria, a differenza dell’ultima abilitazione riservata P.A.S. (istituita, quest’ultima, con D.M. 23 marzo 2013 e disciplinata dal Regolamento del 25 marzo 2013, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n.155 del 04-07-2013), prevede:

  • una prova scritta selettiva computer based (60 quesiti a risposta chiusa con 4 opzioni di risposta, di cui una sola corretta), superabile, a pena di esclusione, con un punteggio minimo pari a 42/60;
  • la risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data o errata vale 0 punti;
  • gli elenchi regionali, non graduati, compilati dalla commissione, distinti per classe di concorso (e approvati, per ogni regione, con decreto del dirigente preposto all’USR) -in cui saranno inclusi i docenti che conseguiranno, alla prova, il punteggio minimo di 42 punti su 60 -finalizzati all’acquisizione dell’abilitazione, su tutto il territorio nazionale.

PARLIAMO DI UN’ABILITAZIONE RISERVATA CHE CONTIENE BEN POCHI ELEMENTI DI SEMPLIFICAZIONE, SOPRATTUTTO SE PARAGONATA ALL’ULTIMO PERCORSO ABILITANTE SPECIALE (P.A.S.), CONSISTENTE IN UN’ABILITAZIONE, PARIMENTI RISERVATA, SENZA SELEZIONE ALL’INGRESSO.

A QUESTO PUNTO, I LEGALI ALDO ESPOSITO E CIRO SANTONICOLA ILLUSTRANO, ATTRAVERSO IL SOTTOSTANTE LINK, LE RAGIONI DI UN RICORSO CHE DOMANDERÀ LA RIMOZIONE DELLA “SELEZIONE D’INGRESSO”, AI FINI DEL CONSEGUIMENTO DELL’ABILITAZIONE ALL’INSEGNAMENTO.

Per accedere alle istruzioni operative del “RICORSO 180×3 SECONDARIA PER UN’ABILITAZIONE STRAORDINARIA NON SELETTIVA”, si clicchi sotto: https://scuolalex.it/ricorso-180-per-3-secondaria-per-unabilitazione-straordinaria-non-selettiva/

Per sottoporre al legale altre casistiche e quesiti, s’inoltri WhatsApp scritto al numero 3661828489.