DIPLOMA AFAM ABILITANTE ANCHE AI FINI CONCORSUALI

Docenti comparto AFAM News Vittorie

DIPLOMA AFAM ABILITANTE E REINSERIMENTO, IN VIRTÙ DEL DICHIARATO VALORE ABILITANTE, NELLE GRADUATORIE DEL CONCORSO D.D.G. N. 85/18 (FASE TRANSITORIA) – DOPPIO ACCOGLIMENTO GIUDIZIARIO, ANCHE CON SENTENZA, PROVENIENTE DAI TRIBUNALI DEL LAVORO DI PARMA E NAPOLI NORD.

RECUPERO RUOLO F.I.T. 2018 – SCUOLA SECONDARIA.

SANCITO NUOVAMENTE, DALLE MAGISTRATURE DEL LAVORO DI PARMA E NAPOLI NORD – E A RIDOSSO DELLE PROSSIME PROCEDURE D’IMISSIONE IN RUOLO – IL DIRITTO ALLA RICOLLOCAZIONE NELLE GRADUATORIE CONCORSUALI  2018 – SECONDARIA.

Due nuovi pronunciamenti giudiziari sulla spendibilità dell’abilitazione A.F.A.M. – già sancita dal Tribunale civile – anche per la partecipazione al concorso “riservato agli abilitati”, sono stati emessi dalle Magistrature del Lavoro di Parma (Ordinanza del 16/06/2020) e Napoli Nord (Sentenza del 09/06/2020), a seguito dei ricorsi, patrocinati dagli Avv.ti Aldo Esposito e Ciro Santonicola e a beneficio di due docenti (Comparto AFAM). 

I ricorrenti, insegnanti A.F.A.M. dichiarati abilitati all’insegnamento – con precedente pronuncia giudiziaria emessa dal Tribunale del Lavoro – avvalendosi della citata pronuncia, avevano partecipato al concorso- bandito con D.D.G. Miur n. 85 01.02.2018– per il reclutamento, a tempo indeterminato, rivolto al personale docente nella scuola secondaria, classi AFAM interessate. 

Agli istanti veniva consentito l’espletamento della prova orale, di natura didattico-metodologica e non selettiva.

Pubblicate le graduatorie di merito, dopo che i docenti erano stati già ammessi alla procedura concorsuale, ne venivano successivamente esclusi, in quanto, secondo l’Amministrazione, l’abilitazione posseduta si riteneva spendibile ai soli fini dell’inserzione nella seconda fascia Graduatorie d’istituto.

Parte ricorrente, dolendosi dell’esclusione dal concorso, ha rappresentato in giudizio (Magistratura del Lavoro di Parma e Napoli Nord) come la precedente pronuncia – nel dichiarare espressamente che il Diploma rilasciato dalle istituzioni d’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica A.F.A.M. è equipollente al Diploma Accademico di secondo livello, con valore abilitante- abbia riconosciuto la piena natura abilitante del titolo, spendibile, secondo l’interpretazione dei legali, tanto ai fini dell’inserimento nella seconda fascia delle graduatorie di istituto, quanto ai fini concorsuali. 

Nell’accogliere il ricorso, il Magistrato del lavoro, Dott. Roberto Pascarelli (Parma), si è espresso nei seguenti termini (estratti dell’ordinanza, ritenuti essenziali):

…..Nella specie si osserva che la natura abilitante del titolo posseduto è stata accertata con provvedimento dell’intestato Tribunale….il provvedimento….. deve intendersi reso anche ai fini concorsuali e…non può essere oggetto di rivalutazione da parte dell’Ufficio Scolastico, né, tantomeno, da parte dell’odierno scrivente, in virtù del principio del ne bis in idem.

Sussiste anche il periculum in mora. L’Amministrazione, infatti, attingerà dalle graduatorie di merito ai fini delle immissioni in ruoloè evidente, quindi, che parte ricorrente non poteva attendere la definizione del giudizio di merito, pena la lesione del proprio diritto.

Il Magistrato del lavoro di Napoli Nord, con sentenza stilata dal Giudice, dott.ssa Ida Ponticelli, ha dichiarato il diritto della ricorrente ad essere inserita nella Graduatoria di merito del concorso, indetto con D.D.G. 85 del 01 febbraio 2018, nei seguenti termini (estratti della sentenza ritenuti essenziali):

La sentenza riconosce la natura abilitante del titolo posseduto dalla ricorrente, anche ai fini concorsuali…

…Gli effetti positivi del giudicato della sentenza n… del…. impongono, al Giudice di questo secondo giudizio, di decidere sulla diversa domanda, tenendo conto di quanto già stabilito nel giudicato in ordine all’elemento comune e, dunque, considerando il Diploma Accademico di Conservatorio per lo strumento…, rilasciato dalle istituzioni “di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica A.F.A.M.”, equipollente al diploma accademico di secondo livello e avente valore abilitante. Tanto premesso, alla luce degli effetti positivi del giudicato della sentenza n… del……2019, che riconosce la natura del titolo abilitante, il Tribunale accerta dell’illegittimità e conseguente disapplicazione del decreto che ha escluso la prof.ssa…. dalle Graduatorie Regionali di Merito, per la classe di concorso…. e, per l’effetto, dichiara il diritto della ricorrente ad essere inserita nella Graduatoria di merito del concorso, indetto con D.D.G. 85 del 1° febbraio 2018.

Per accedere allo specifico “RICORSO GDL “AFAM (ABILITATI GIUDICE DEL LAVORO), ESCLUSI DALLE GRADUATORIE DEL CONCORSO FIT 2018-REINSERIMENTO NELLE GRADUATORIE DI MERITO CONCORSUALI”, SI CLICCHI SOTTO: https://scuolalex.it/ricorso-afam-esclusi-dalle-graduatorie-del-concorso-2018-usr-campania-sicilia-giudice-del-lavoro/

Per altri chiarimenti, anche al fine di concordare mirate strategie processuali, si inoltri WhatsApp scritto (o breve audio) al numero 366 18 28 489.

Risponderà direttamente il legale.