24 CFU E ABILITAZIONE ALL’INSEGNAMENTO – QUESTIONE CONTROVERSA

24 CFU Vittorie

24 CFU E ABILITAZIONE ALL’INSEGNAMENTO. QUESTIONE CONTROVERSA…..

L’ULTIMO ACCOGLIMENTO MATURATO, DALLO STUDIO LEGALE ESPOSITOSANTONICOLA, PRESSO IL TRIBUNALE DEL LAVORO DI VELLETRI

Una recentissima pronuncia giudiziaria favorevole, figlia di ricorso urgente, nelle forme dell’articolo 700 c.p.c., è stata emessa con ordinanza, resa dal Giudice del lavoro di Velletri, Dott.ssa Beatrice MARRANI.

I ricorrenti, docenti precari senza abilitazione, hanno domandato il riconoscimento del valore abilitante dei titoli accademici (laurea e diploma AFAM), congiunti al possesso dei 24 crediti formativi universitari, ai fini dell’inserimento nelle graduatorie degli abilitati.

Nell’accogliere il ricorso, il Tribunale ha precisato che gli istanti vanno inseriti in graduatoria, per le classi concorsuali di riferimento, nella qualità di docenti regolarmente abilitati all’insegnamento, in virtù del possesso di Laurea (o Diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica) e 24 crediti formativi, secondo il punteggio spettante e maturato.

La motivazione è fondata sul seguente sillogismo:

A)    Il titolo di accesso originario ai concorsi è l’abilitazione;

B)    Nel nuovo concorso ordinario non è più previsto, quale requisito di accesso esclusivo, il conseguimento dell’abilitazione (ma anche laurea/diploma più 24 C.F.U/C.F.A.);

C)    Ergo, il concetto di abilitazione – finora intesa come conseguimento dei percorsi Tfa, Pas e SSIS – è stato ridefinito dal conseguimento di 24 C.F.U/C.F.A

In virtù dei difformi orientamenti giudiziari, registrati sulla “VERTENZA RELATIVA AL VALORE ABILITANTE DEI 24 CFU/CFA”, le nuove tipologie di ricorso (individuale/semicollettivo) saranno concordate “caso per caso”, previa analisi dei titoli e servizi posseduti.  Si clicchi sotto per accedere alle istruzioni operative:

https://scuolalex.it/ricorso-santonicola-laurea-diploma24-c-f-u-abilitazione-allinsegnamento/

Per ogni più mirato chiarimento, s’inoltri unico WhatsApp scritto (no messaggi spezzettati in più momenti, altrimenti il sistema vi colloca in coda), o vocale di 1 minuto, al numero 366 18 28 489 (no telefonate).