RICORSO SANTONICOLA CONTRO LA BOCCIATURA ALLA PROVA ORALE DEL CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI – ALLORCHÉ DERIVANTE DA DOMANDE RITENUTE FUORI TEMA

L'Avvocato Risponde

OBIETTIVO: INSERIMENTO NELLA GRADUATORIA FINALE DEI VINCITORI, CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI 2018/19.

QUESITO.

Gentile Avvocato, con riferimento al colloquio orale finale del concorso DS, le domande devono vertere sulla/sugli/sui:

  • Normativa riferita al sistema educativo di istruzione e formazione ed agli ordinamenti degli studi in Italia;
  • Modalità di conduzione delle organizzazioni complesse;
  • Processi di programmazione, gestione e valutazione delle istituzioni scolastiche;
  • Organizzazione degli ambienti di apprendimento, del lavoro e gestione del personale;
  • Valutazione ed autovalutazione del personale, degli apprendimenti, dei sistemi e dei processi scolastici;
  • Elementi di diritto civile, amministrativo, diritto penale, con particolare riferimento ai delitti contro la pubblica amministrazione ed in danno di minorenni;
  • Contabilità di Stato;
  • Sistemi educativi dei paesi dell’Unione Europea.

In presenza di quesiti ritenuti “fuori tema”, decisivi ai fini della bocciatura, è possibile presentare ricorso, per contestare tali domande ed aspirare, in virtù del sacrificio profuso, all’ambita dirigenza?

Studio Santonicola and partners.

Gentile aspirante,

L’eventuale mutamento delle “regole del gioco” (quesiti fuori programma) renderebbe possibile il ricorso, nella sede amministrativa, previa valutazione caso per caso, motivato dalla violazione del bando concorsuale DS.

Nella citata ipotesi, si potrebbe parlare di vizio riconducibile all’illogicità ed irragionevolezza del colloquio orale, che si porrebbe in insanabile contrasto con la legalità della procedura.

Per info e preventivi sul “RICORSO SANTONICOLA, ASPIRANTI DIRIGENTI CHE NON HANNO SUPERATO LA PROVA ORALE“, si inoltri WhatsApp scritto al numero 3661828489 (no telefonate).

Risponderà direttamente il legale, con un vocale, in media entro sette giorni dall’invio.