RICORSO PER ACCESSO “ABILITAZIONE STRAORDINARIA”- DOCENTI 180X3 SECONDARIA SENZA SERVIZIO SPECIFICO

I Nostri Ricorsi

ISTRUZIONI OPERATIVE: RICORSO 180X3 SECONDARIA-PER ABILITAZIONE STRAORDINARIA – A TUTELA DEI DOCENTI ESCLUSI, IN QUANTO PRIVI DEL SERVIZIO SPECIFICO.

AZIONE GIUDIZIARIA, IN SEDE AMMINISTRATIVA, AVVERSO I REQUISITI DI PARTECIPAZIONE, IMPOSTI DAL NUOVO CONCORSO STRAORDINARIO 2020-SCUOLA SECONDARIA, PER LA SOLA ABILITAZIONE ALL’INSEGNAMENTO (POSTO COMUNE).

OBIETTIVO: FAR PARTECIPARE ALLA PROCEDURA I “DOCENTI 180×3 SOSTEGNO”, SENZA SERVIZIO SUL POSTO COMUNE.

A CHI È RIVOLTO IL RICORSO?

AGLI INSEGNANTI, CON ALMENO TRE ANNI DI SERVIZIO SUL SOSTEGNO NELLA SCUOLA SECONDARIA, REITERATAMENTE NOMINATI DALLE GRADUATORIE INCROCIATE, NON SPECIALIZZATI, CHE INTENDONO PARTECIPARE ALLA PROCEDURA ABILITANTE, PER LA CLASSE DI CONCORSO INTERESSATA (NON DICHIARATA ESAURITA), ANCHE IN ASSENZA DELL’ANNO SPECIFICO (SCUOLA SECONDARIA).

PREMESSA

Gentili docenti

Il rinnovato Ministero dell’Istruzione, con Decreto Direttoriale 497 del 21 aprile 2020 (in Gazzetta ufficiale n 34 del 28 aprile 2020), ha reso nota la nuova procedura straordinaria, per esami, finalizzata al conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento, sulle classi di concorso della scuola secondaria di primo e secondo grado.

È possibile partecipare in un’unica regione e per una sola classe di concorso, con riferimento alla quale i candidati possiedono i requisiti d’accesso.

La procedura straordinaria è indetta a livello nazionale e organizzata su base regionale (essendo il singolo USR responsabile del concorso).

RIFERIMENTI NORMATIVI

Il Decreto Legge 29 ottobre 2019 n. 126, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159, ha autorizzato il Ministero dell’Istruzione a bandire la procedura straordinaria per esami, per la sola abilitazione, rivolta alla scuola secondaria (di primo e secondo grado).

Il Decreto Direttoriale 497 del 21 aprile 2020 (in Gazzetta ufficiale n. 34 del 28.04.20) ha materialmente disciplinata la procedura straordinaria, per esami, finalizzata all’accesso ai percorsi di abilitazione all’insegnamento, nella scuola secondaria di primo e secondo grado, su posto comune.

CARATTERISTICHE DELLA NUOVA ABILITAZIONE RISERVATA.

La procedura abilitante straordinaria, riservata a quanti abbiano svolto almeno 3 anni di servizio – nelle scuole statali di ogni ordine e grado, nelle scuole paritarie di qualunque grado, nei percorsi di istruzione e formazione professionale (per gli insegnamenti riconducibili alle classi di concorso) – tra l’anno scolastico 2008/09 e l’anno scolastico 2019/20, prevede:

  • prova scritta selettiva computer based (60 quesiti a risposta chiusa con quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta), superabile, a pena di esclusione, con il punteggio minimo 42/60;
  • la risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data o errata vale 0 punti;
  • elenchi regionali, non graduati, compilati dalla commissione, distinti per classe di concorso (e approvati, per ogni regione, con decreto del dirigente preposto all’USR) – in cui sono inclusi i docenti che hanno conseguito, alla prova, il punteggio minimo di 42 punti su 60 – finalizzati all’acquisizione dell’abilitazione, su tutto il territorio nazionale.

I LEGALI ILLUSTRANO LE RAGIONI DEL RICORSO:

Gli insegnanti con almeno tre anni di servizio sul sostegno, non specializzati, sono stati nominati attraverso le graduatorie incrociate del posto comune.

Costoro, ai fini dell’avanzamento professionale nelle graduatorie d’istituto, “caricheranno il punteggio acquisito” sul posto comune, rivendicando, pertanto, alla luce del servizio triennale maturato (attraverso le nomine dalle graduatorie del posto comune), il diritto di partecipare alla procedura abilitante, alla pari dei colleghi di ruolo delle scuole statali che, con tre annualità di servizio (laddove in possesso del titolo di studio coerente con la classe di concorso richiesta), potranno partecipare, alla procedura straordinaria abilitante, in deroga al requisito dell’anno di servizio specifico.

COSTI DELL’AZIONE:

L’importo, per il primo grado di giudizio, ammonta ad euro 100,00.

L’eventuale appello, solo se necessario, determinerebbe un ulteriore pagamento (non obbligatorio, poiché riferito soltanto a quanti intendessero appellare),  contenuto  nei  limiti  dell’onorario  di  primo grado.

ADESIONI ENTRO IL 15/07/2020.

Di seguito gli allegati funzionali al ricorso:

  1. Procura alle liti, debitamente compilata in ogni sua parte, datata e firmata;
  2. La scheda ricorrente in autocertificazione (per riepilogare la condizione soggettiva del docente);
  3. Copia informativa ed autorizzazione al trattamento dati sensibili (privacy);
  4. Modello cartaceo, domanda di partecipazione al concorso abilitante (predisposto dallo studio legale), da inoltrare, entro il 15 luglio 2020 (a mezzo PEC o raccomandata con ricevuta di ritorno), all’Ufficio Scolastico Regionale interessato, per richiedere la partecipazione alle prove finalizzate all’abilitazione. Sarà consegnata, al legale, la domanda di invio con ricevuta di ritorno (o attestazione di consegna PEC);
  5. Copia del documento di riconoscimento;
  6. Copia del bonifico di euro 100,00 alle coordinate sotto indicate.

Il tutto, debitamente compilato, andrà inviato in allegato, formato pdf, al seguente indirizzo e-mail: segreteriasantonicola@scuolalex.com, OGGETTO: RICORSO ABILITAZIONE STRAORDINARIA- DOCENTI SENZA SERVIZIO SPECIFICO, NOME COGNOME DEL RICORRENTE.

N.B.

Non risulta necessario l’invio del plico cartaceo.

Nella causale del bonifico indicare, possibilmente, il nominativo del ricorrente (non di persona delegata per il pagamento).

L’ADESIONE AL RICORSO NON COMPORTA L’OBBLIGO DI ISCRIZIONE A NESSUNA ASSOCIAZIONE/SINDACATO.

AL FINE DI RICHIEDERE ULTERIORI INFO, PER RICEVERE RISPOSTA VOCALE DIRETTA DEL LEGALE, SI INOLTRI WHATSAPP SCRITTO AL CELL. 3661828489.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO, QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE, VIA E-MAIL O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA, RISERVANDOSI L’ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI.

ESTREMI PER IL PAGAMENTO:

INTESTAZIONE: AVV. CIRO SANTONICOLA

IBAN: IT10V0306940213100000002662

IMPORTO: EURO 100,00

CAUSALE: “RICORSO ABILITAZIONE ESCLUSI, NOME, COGNOME, C.F.”.

Precisazione: nella causale del bonifico indicare il nome del ricorrente (non di persona delegata per il pagamento).

N.B.

Per domandare la partecipazione alla procedura concorsuale, attraverso ricorso, sarà comunque necessario provvedere al pagamento del contributo di segreteria, pari ad euro 15,00. Il pagamento deve essere effettuato, esclusivamente tramite bonifico bancario, sul conto intestato a: sezione di tesoreria 348 Roma succursale IBAN – IT 71N 01000 03245 348 0 13 3550 05 CAUSALE: “PROCEDURA STRAORDINARIA FINALIZZATA ALL’ACCESSO AI PERCORSI DI ABILITAZIONE, INDETTA AI SENSI ARTICOLO 1 DEL DECRETO LEGGE N. 126/19-REGIONE…. -CLASSE DI CONCORSO…. -NOME E COGNOME-CODICE FISCALE DEL CANDIDATO”.

Ulteriori istruzioni/strategie processuali saranno rese note dal legale a mezzo e-mail.

Avv. Aldo Esposito

Avv. Ciro Santonicola

Le istruzioni operative ed i moduli da utilizzare sono riportati nel file allegato.