IL MANCATO AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE D’ISTITUTO -DECRETO SCUOLA N. 22/20- POTRÀ ESSERE IMPUGNATO DINANZI ALLA COMPETENTE MAGISTRATURA?

L'Avvocato Risponde

Il mancato aggiornamento delle graduatorie d’istituto, recentemente sancito dall’ultimo Decreto Scuola n. 22/20, sotto esame in Parlamento, potrà essere impugnato dinanzi alla competente Magistratura?

Quesito/Consulenza informativa.

Gentili avvocati, 

Nonostante abbia ottenuto una certificazione linguistica e progettato l’acquisizione di ulteriore punteggio, entro il mese di giugno 2020, nonostante abbia conseguito i 24 CFU necessari per l’ingresso in terza fascia G.I., nonostante abbia rifiutato un’offerta di lavoro all’estero, per avere la possibilità di restare a scuola e di esercitare una professione che ritengo gratificante, in piena sintonia con la mia naturale vocazione, avendo atteso ben 3 anni (essendomi laureato pochi mesi dopo l’aggiornamento delle graduatorie 2017/20), non potrò ancora valorizzare i miei titoli ai fini dell’insegnamento? È possibile avviare un’iniziativa giudiziaria per contrastare la procrastinazione al 2021 dell’aggiornamento delle graduatorie di istituto?  

Studio legale Esposito/Santonicola

Gentile aspirante, preliminarmente sarà utile seguire l’iter parlamentare dei prossimi giorni, dal momento che, in fase di conversione del decreto scuola, la volontà emendativa, annunciata da talune forze politiche, potrebbe sfociare in modifiche normative.

Ad ogni modo, allorché risultasse necessaria la tutela giudiziaria, si potrebbe valutare una possibile strategia:

Il Decreto Scuola 22/20 prevede, all’art. 2 Comma 4, la predisposizione degli “elenchi aggiuntivi alle graduatorie di istituto” da compilarsi, per la finestra annuale d’inserimento del 2020/21, entro il 31 agosto 2020. 

In occasione della predisposizione di tali graduatorie (c.d. elenchi aggiuntivi), si potrebbe avviare un ricorso, avverso la mancata apertura ai nuovi inserimenti in terza fascia- anche a tutela dei neo specializzati- ritenendosi leso il legittimo affidamento che i precari riponevano nell’”aggiornamento” puro, atto dovuto per consentire la spendibilità dei punteggi acquisiti, ai fini della migliore collocazione negli elenchi di nomina.

Per info mirate sulle “POSSIBILI INIZIATIVE GIUDIZIARIE AVVERSO L’OMESSO AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO NELL’A.S. 2020/21”, s’inoltri WhatsApp scritto al numero 3661828489.