ACCANTONAMENTO POSTI FASE TRANSITORIA – SCENARIO PER GLI INSEGNANTI ALL’ESTERO?

L'Avvocato Risponde

CATEGORIA RICORSO “ACCANTONAMENTO POSTI FASE TRANSITORIA”

SANCITO DAL T.A.R. LAZIO (SEZ. III BIS) IL DIRITTO ALL’ACCANTONAMENTO DEL POSTO, PER L’IMMISSIONE IN RUOLO (CONCORSO 2018- F.I.T.), ANCHE A BENEFICIO DEI DOCENTI, SCUOLA SECONDARIA, COLLOCATI IN GRADUATORIA DI MERITO CON RISERVA ENTRO IL 31 DICEMBRE 2018.

CONSOLIDATA LA POSIZIONE DEGLI “INSEGNANTI ABILITATI ALL’ESTERO” (E PIU’ IN GENERALE, DEI COLLEGHI “AMMESSI CON RISERVA AL CONCORSO” A CATTEDRA PER LA SCUOLA SECONDARIA), DIFESI DALLO STUDIO LEGALE SANTONICOLA AND PARTNERS, AI FINI DELL’IMMISSIONE IN RUOLO.

Quesito.

Gentile Avvocato, sono un docente della scuola secondaria, abilitato all’estero, che ha richiesto l’omologa, nel timore di vedersi recapitare, da un giorno all’altro, un provvedimento negativo sul mancato riconoscimento del percorso abilitante concluso in Romania.

Intanto, sono stato ammesso al concorso a cattedra per la scuola secondaria, indetto col BandoD.D.G. 85, 01 FEBBRAIO 2018 (FASE TRANSITORIA), poiché abilitato all’insegnamento ed inserito “con riserva”, entro il 31 dicembre 2018, nella graduatoria di merito regionale, approvata dal Direttore Generale presso l’Ufficio Scolastico Regionale e riferita alla mia classe concorsuale.

A questo punto il M.I.U.R., con decreto 631 del 2018, art. 1. Comma 1, stabiliva che i soli docenti presenti, a pieno titolo, nelle graduatorie di merito del concorso 2018 (fase transitoria), pubblicate entro il 31 dicembre 2018, potevano effettuare la scelta degli (ex) ambiti territoriali nei quali svolgere, dal 01 settembre 2019, l’annualità di formazione iniziale e tirocinio che precede l’immissione in ruolo (c.d. accantonamento del posto).

In sostanza, quale abilitato estero che attende convalida del titolo, mi sono visto negare “l’accantonamento del posto per l’immissione in ruolo” (dal 01 settembre 2019) in ragione della circostanza di essere collocato con riserva (e non a pieno titolo), entro il 31 dicembre 2018, nelle graduatorie scaturite dal concorso pubblico Fase Transitoria-Secondaria.

Eppure un mio collega, sempre abilitato all’estero in attesa di omologa, rivolgendosi al suo studio legale, ha conseguito un recentissimo accoglimento al T.A.R. Lazio (Sez. III Bis), in data 17.07.2019, che riconoscendo l’illegittimità del diniego all’accantonamento del posto, gli consentirà, in ragione della posizione in graduatoria, di ottenere, con elevata probabilità, l’immissione in ruolo (anche se inserito con riserva in graduatoria, entro il 31 dicembre 2018), consolidando la sua posizione di abilitato estero precario.

Posso aderire al “RICORSO SANTONICOLA AVVERSO L’ILLEGITTIMITA’ DEL MANCATO ACCANTONAMENTO POSTI FASE TRANSITORIA- IN FAVORE DEGLI ABILITATI ESTERO COLLOCATI IN GRADUATORIA (CONCORSO 2018) CON RISERVA ENTRO IL 31 DICEMBRE 2018”, al fine di puntare all’immissione in ruolo (trovandomi in graduatoria con punteggio elevato)? Il tutto nell’intento di rendere inattaccabile la mia condizione, al momento precaria, di abilitato estero dall’omologa incerta?

Avv. Aldo Esposito. Studio Legale Santonicola and partners.

Gentile docente, confermiamo la possibilità di presentare ricorso al fine di dimostrare, previo analitico vaglio dei singoli allegati offerti, che “laddove la normativa Ministeriale sugli accantonamenti, dichiarata illegittima dal T.A.R. Lazio, Sez. III Bis Pres. Dott. Sapone, Ordinanza Collegiale 4886/19 (seppure in fase cautelare), non fosse stata emessa, avrebbe certamente prenotato il posto per il ruolo, con avvio del periodo di prova dal 01 settembre 2019”.

E’ doveroso precisare che, in ragione della specifica domanda giudiziaria finalizzata al “recupero ruolo negato dal mancato accantonamento”, la competenza è radicata in capo alla Magistratura del Lavoro.

PER INFO DI OGNI TIPO SUL “RICORSO SANTONICOLA GDL, RECUPERO RUOLO NEGATO AL DOCENTE, INSERITO IN GRADUATORIA CON RISERVA (CONCORSO 2018 SECONDARIA-F.I.T.) ENTRO IL 31 DICEMBRE 2018, PER IL MANCATO ACCANTONAMENTO DEL POSTO”, SI INOLTRI WHATSAPP SCRITTO AL NUMERO 3661828489. 

RISPONDERÀ DIRETTAMENTE IL LEGALE, IN MEDIA ENTRO SETTE GIORNI DALL’INVIO DEL QUESITO.

IN ALTERNATIVA, È POSSIBILE CONTATTARE IL NUMERO FISSO 08119189944, ATTIVO, PER IL MESE DI LUGLIO 2019, OGNI LUNEDÌ, MERCOLEDÌ E VENERDÌ, DALLE ORE 09,45 ALLE ORE 12,45 ED OGNI MARTEDÌ E GIOVEDÌ, DALLE ORE 16,30 ALLE ORE 19,30.